CINQUE TERRE

Dall’Albergo Ristorante La Castellana puoi godere di una bella gita fuori porta alle Cinque Terre: in soli 14 minuti di macchina sei alla Stazione Ferroviaria FS di Sarzana da dove partono treni diretti alla prima delle Cinque Terre, Riomaggiore. Da qui potrai visitare tutti gli altri paesini. Le Cinque Terre sono i borghi di Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso. Patrimonio Unesco ed Area Marina Protetta dal 1997, sono conosciute in tutto il mondo grazie anche alla pubblicità efficace dello scrittore americano di diari di viaggio Rick Steves. Le Cinque Terre sono soprattutto rinomate per i loro vini, tra i quali il pregiatissimo “Sciacchetrà”.

Il primo paesino che incontri, provenendo da Spezia, è Riomaggiore, sede del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Ti consiglio di visitare la Chiesa di San Giovanni Battista, con all’interno il trittico del maestro Benedetto Antelami, di prenotare una visita guidata del Castello, situato nella parte alta del paese, e del borgo storico. Manarola comprende un piccolo porto racchiuso tra due speroni rocciosi e una bellissima terrazza panoramica alla quale arrivi, dalla Marina, attraverso una graziosa passeggiata lungomare. Meritano una visita: il cimitero sopra la terrazza, la Chiesa di San Lorenzo, la spiaggia oltre l’attracco dei battelli, le località dell’entroterra Groppo e Volastra. Consiglio inoltre di prenotare una visita guidata con degustazione tra i vigneti. Corniglia è situato su un promontorio, in una posizione elevata rispetto al mare: a differenza degli altri paesi delle 5 Terre, mantiene ancora le sue tradizioni contadine. Puoi raggiungere il suo centro storico attraverso una lunga scalinata o navette che partono regolarmente dalla stazione. Antica residenza dei Fieschi, Corniglia ospita la Chiesa di San Pietro, la piazza “Largo Taragio” con l'oratorio di Santa Caterina ed il Monumento ai Caduti, e la bellissima Marina. Infine qui potrai godere di tramonti fantastici, come quelli dal belvedere della terrazza di Santa Maria e dalla Torre.

Vernazza gode di un grazioso porto naturale. È bellissimo solcare il sentiero azzurro che conduce a questo borgo da Monterosso: al tuo arrivo, la vista di Vernazza dall’alto ti sorprende e ti ammalia ogni volta. Accanto alla Marina c’è la bella Chiesa di Santa Maria d’Antiochia con la sua piazzetta a mare e la sua spiaggia: di fronte si staglia la Torre cilindrica del Castello Doria, oggi sede museale. Sotto il Castello incontri il Belforte, un imponente bastione costruito sopra gli scogli.

L’ultima delle 5 Terre, Monterosso, offre ampie spiagge sabbiose ed una passeggiata a mare che unisce la parte moderna di Fegina, con la statua del Gigante, a quella antica che coincide con il centro storico del borgo. Consiglio di percorrere il sentiero, parallelo al tunnel, che porta direttamente a Torre Aurora e da lì salire al Convento dei Cappuccini e al bel cimitero. Must assoluti, nella parte “vecchia”: la Chiesa di San Giovanni Battista, l’Oratorio dei Bianchi, l’Oratorio dei Neri e la Chiesa di San Francesco.

Per concludere, un bellissimo modo di visitare le 5 Terre prevede il battello: dal Molo Italia nella Passeggiata Morin di Spezia partono regolarmente i traghetti, da aprile a ottobre, con destinazione 5 Terre. Per quanto riguarda i sentieri che collegano i 5 villaggi è consigliabile richiedere informazioni aggiornate sulla loro fruibilità presso il punto info dell’Ente Parco presente sia alla stazione ferroviaria FS di Spezia sia a quelle di ogni villaggio oppure direttamente alla biglietteria delle stazioni ferroviarie FS delle 5 Terre.

GOLFO DEI POETI

Fresco tremava il monte di Lerici d’olii azzurri
davanti al battello tra le luci della Spezia
mentre l’inverno accarezzava l’alba
con mani dolci di brezza, amare di sole;
e la barca di Shelley come in una stampa
dove il verde smarrisce nell’azzurro
approdando accorava l’aria di Porto Venere;
poi scorse il mattino e tutto fu bianco.
Ma tu, Italia, sei l’alba degli inverni
Primaverili nel Golfo della Spezia.

Pier Paolo Pasolini

PORTOVENERE

L’Albergo Ristorante La Castellana si trova a soli 49 min. di macchina dal borgo di Porto Venere. Il Promontorio di Porto Venere, situato nel versante più ad ovest del Golfo della Spezia, comprende anche le isole Palmaria, Tino e Tinetto. Patrimonio Unesco dal 1997, questo borgo antico merita di essere visitato più di una volta: il modo migliore di raggiungerlo è via mare dal molo di Lerici o da quello di La Spezia.

Ti consiglio di visitare il centro storico, al quale si accede attraverso la porta principale, con il suo “caruggio” interno tra le antiche case: prima di arrivare alla fine della via prendi le ripide scale a destra e sali fino a raggiungere le due piccole fortezze, ex mulini, il cimitero stile “inglese” e la terrazza panoramica ai piedi del magnifico Castello Doria. Dalla sommità del Castello, una massiccia fortezza militare del 1161 voluta dalla Repubblica di Genova, godi di una bellissima vista a 360°. Di nuovo fuori dal Castello prendi la scalinata a sinistra del piazzale alberato e scendi fino ad incontrare, sulla destra, le mura della Chiesa di San Lorenzo. Si tratta di una Chiesa costruita dai genovesi nel 1130, dove puoi ammirare il dipinto della “Madonna Bianca”. Dal sagrato della Chiesa scendi prendendo il “caruggio” a destra fino ad arrivare ad una svolta interessante con vista sulla scogliera, su “Piazza Spallanzani” e sulla Chiesa di San Pietro.

Scendendo ancora verso la Piazza, prima di cominciare la scalinata che conduce a San Pietro, ti suggerisco di visitare la “Grotta Byron”, ricca di scogli dai quali tuffarsi e di anfratti da visitare. La Chiesa di San Pietro, fondata nel XIII sec., ospita una suggestiva terrazza dalla quale puoi godere di magnifici tramonti. Di nuovo in “Piazza Spallanzani”, puoi ora scendere sul lungomare, lungo Via Calata Doria: di fronte al mare, schierate una accanto all’altra, le colorate case-torri formano una bellissima cornice. La passeggiata continua fino a raggiungere le spiagge dell’Arenella e dell’Olivo e lo stabilimento balneare “Le Terrazze”.

Il braccio di mare detto “Le Bocche”, di fronte a San Pietro, separa il Promontorio di Porto Venere dall’Isola Palmaria. Dal Molo di Portovenere partono tour panoramici delle tre isole Palmaria, Tino e Tinetto.

TELLARO

Tellaro è uno dei sette borghi più belli d’Italia. Puoi raggiungere questo paese dall’Albergo La Castellana, attraverso una splendida strada panoramica che, partendo da Lerici, passa prima dalla località “Maralunga” e poi da “Fiascherino”. Che cosa visitare a Tellaro? Sicuramente il bel centro storico, al quale si accede dal Piazzale della Chiesa di Santa Maria “Stella Maris”. Attraverso ripidi “carugi” che scendono verso il mare, all’improvviso lo sguardo è catturato dall’Oratorio di Santa Maria in Selàa, dalla cui terrazza si ammira l’infinito del mare. Percorrendo Via Antonio Gramsci raggiungi la Marina di Tellaro e lì si apre uno scenario fantastico: la Chiesa di San Giorgio, adagiata sulla roccia, sembra emergere dal mare, lo sguardo sulle Isole del Golfo dei Poeti! Tutt’intorno, disteso sugli scogli della Marina, puoi goderti tranquillamente il sole, la brezza marina e gli spruzzi d’acqua nelle giornate ventose: sensazione unica, imperdibile. È consigliabile visitare Tellaro il 24 dicembre, in occasione del tradizionale Natale Subacqueo presso la Marina, oppure nel weekend della prima settimana di agosto durante la “Sagra del Polpo”.

LERICI

Una poesia di Filippo Tommaso Marinetti recita: “Lerici obbediente questi si svincola dai boschi e costringe con garbo il Castello di Lerici a virare come una nave in cielo con la sua scia-corteo giallorossa di case a galla”.

Lerici è una perla magnifica del Golfo dei Poeti, meta da sempre di rinomati letterati e scrittori. Il borgo si anima d’estate, soprattutto in Piazza Garibaldi, di fronte alla Marina, il punto di incontro per eccellenza di tanti giovani. Che cosa fare a Lerici? È bello visitare gli angusti “caruggi” che attraversano le case ed il quartiere ebraico, così come trastullarsi tra i caratteristici negozi di souvenir e di artigianato. Consiglio di prenotare una visita guidata del centro storico e di visitare la Torre di San Rocco, la Chiesa di San Francesco, l’Oratorio di San Bernardino e Palazzo Doria.

Suggerisco di salire, direttamente dal molo, fino al Castello San Giorgio, simbolo di questo borgo antico: al suo interno troverai la cappella dedicata a Sant’Anastasia e mostre d’arte temporanee. Ti invito inoltre a ripercorrere, in questi luoghi, le tappe dei poeti del “Grand Tour”, a seguire i percorsi panoramici che collegano i borghi fra loro, magari sulle tracce dei Templari o ancora a scoprire la costa via mare, ammirando la baia della Caletta e quella silenziosa di Maralunga. Vorresti percorrere la passeggiata da Castello a Castello? Imperdibile. È una breve camminata lineare che collega Lerici a San Terenzo. Nel tragitto, sul lungomare, ammirerai la graziosa spiaggia della Venere Azzurra, dalla quale la vista spazia sulle isole del Promontorio di Portovenere. Incontrerai Villa Marigola, sulla collina sopra la spiaggia, sede di importanti eventi privati e, più avanti, la famosa Villa Magni, la casa dove soggiornarono i poeti Percy Bysshe Shelley e Mary Shelley.

Alla fine del percorso ti aspetta il traguardo del Castello di San Terenzo, sopra uno sperone roccioso detto “La Bastia”, e la Chiesa di Santa Maria Assunta.

LE CAVE DI MARMO E LA VERSILIA

L’Albergo La Castellana dista circa 48 min. di auto dalle Cave di Marmo di Carrara e 42 min. di macchina dalle località della “Versilia”. Le maestose Alpi Apuane ospitano uno scenario quasi “lunare” unico al mondo, le cave di marmo bianco, materiale prediletto da Michelangelo e Canova.

Il Museo Civico del Marmo di Carrara custodisce opere di rara bellezza: reperti archeologici rinvenuti in cava, strumenti per l’estrazione e la lavorazione dall’epoca romana ai giorni nostri. Consiglio il percorso cave con il Bacino di Torano, il Bacino di Marsiglia Fantiscritti ed il Bacino di Colonnata.

La “Versilia” comprende le località di Viareggio, Lido di Camaiore, Pietrasanta e Forte dei Marmi. Viareggio, coronata dalle splendide Alpi Apuane, è rinomata per la sua passeggiata lungomare, gli stabilimenti balneari e le ville stile liberty, le lunghe spiagge sabbiose, tra cui la spiaggia libera della “Lecciona” e le grandi pinete. Must imperdibili: la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea, il Museo della Marineria e quello del Carnevale nel complesso della Cittadella. Viareggio è una città solare e festaiola come testimonia il famoso Carnevale, durante il quale sfilano fantastici carri colorati.

Lido di Camaiore, situato tra Viareggio e Marina di Pietrasanta, offre un bel litorale sabbioso ricco di spiagge attrezzate ideali per famiglie con bambini. Ti invito a noleggiare una bicicletta e a percorrere la pista ciclabile che da Viareggio arriva fino a Forte dei Marmi: una tappa imperdibile è il parco divertimenti “Pitagora New”, nel bel mezzo di una pineta. Sempre in sella alla tua bicicletta, ti consiglio l’elegante Viale Europa con la passeggiata a mare ed il Pontile “Bellavista Vittoria” dove potrai gustare uno sfizioso aperitivo al tramonto con vista sulle Alpi Apuane.

Pietrasanta, denominata la “piccola Atene” della Versilia e importante centro per la lavorazione di marmo e bronzo, è una vera e propria città d’arte: le numerose botteghe artigiane, un centro storico ricco di monumenti, una miriade di gallerie, il Museo dei Bozzetti, le mostre temporanee sulla Piazza del Duomo di San Martino e nella Chiesa e Chiostro di Sant’Agostino e quelle fisse per mano di artisti, tra i quali Botero, ed il Parco Internazionale della Scultura Contemporanea. Altri monumenti architettonici di rilievo: il Campanile barocco della Chiesa di S. Agostino, la Torre Civica, la Biblioteca Comunale dedicata a Giosuè Carducci, il Teatro Comunale e la Fontana con l’adiacente Colonnina ed il monumento “Il Canapone”.

Forte dei Marmi è una prestigiosa località balneare ricca di negozi d’artigianato e di pelletteria di alta qualità, di alberghi di lusso e di boutique di Brands rinomati. Ospita il “Mercato del Forte” con bancarelle di abbigliamento firmato e oggetti d’artigianato interessanti e unici. Per godere della bellezza di questa città, piena di viali alberati e di magnifiche ville, consiglio di visitarla a piedi o in bicicletta. Must assoluti: il centro storico con Piazza Garibaldi, il Fortino con il Museo della Satira e della Caricatura, la passeggiata lungomare e, la sera, il Pontile del Forte, per godere di incredibili tramonti.